Automobilisti vs Ciclisti: TUTTI PIRLA!

È sabato mattina presto. La strada è libera. Sola. Quasi vergine. Una figata.
Allacci il casco, agganci le scarpette, metti il cellulare in un sacchettino di plastica, sia mai che si rovini con il sudore. La tua bici è perfetta. L’hai pulita ieri, lubrificata dove bisognava, tubolari gonfiati a perfezione.
Finalmente le prime giornate di primavera sono arrivate e puoi goderti i chilometri con la tua amata due ruote.
Ti incontri con i tuoi tre amici e via per il solito giro che vi piace tanto. Speriamo solo che non ci siano i soliti automobilisti che odiano i ciclisti a rompere le palle.
Siete lì tutti bravi disciplinati, vi siete detti di non prendere dei rischi, perché si rischia di morire!
Senti il rumore di una automobile che sgasa in lontananza. “Eccolo!” pensi subito. Il primo potenziale killer che arriva. Sarà un padre di famiglia, uno che è educato con tutti, eppure bastano quattro ciclisti per farlo rincretinire e diventare un potenziale assassino.
Ti si chiude la vena immediatamente, non ragioni più. Hanno bisogno di una lezione questi qui! Esci dalla fila indiana e ti metti a chiacchierare con il tuo compagno di squadra, così il cretino aspetta un po’!
Arriva. Vediamo cosa fa. Classico. Una bella strombazzata.
Ma chissà cosa cavolo vuole, in fondo anche tu paghi le tasse e la strada è anche tua.
Inizia il sorpasso….azz. Ti prende con lo specchietto.
Rimani in piedi per miracolo. E partono gli insulti ed i gestacci, mentre il codardo scappa.
Intanto, mentre gli dai del pirla, inizi a pensare che il pirla sei anche tu! Te ne potevi stare in fila.
Li senti gli insulti che fuoriescono dalla tua bocca arsa dalla fatica, ma inizi a sentirti sempre più stupido, e che forse una lezione da quel pirla di automobilista la stai imparando pure tu. E allora non dici più niente, e ti rimetti a pedalare in fila indiana. Che prendere una lezione da un pirla ci vuole umiltà e buonsenso, e tu non li vedi in giro da un po’.

Articolo ideato e scritto da Silvana Salvadori e Francesco Uberto

 

*Questo articolo fa parte di #ridesafe promosso da Ivan Risti.
Magliette #ridesafe a breve su Trispecialist.com

 

Author: Francesco Uberto

Share This Post On

Leave a Reply

%d bloggers like this: