Browse By

Category Archives: Alimentazione

Il caffè: qualcosa di più di una gustosa bevanda…

La pianta del caffè è tipica delle regioni tropicali, si conoscono circa 60 specie di caffè, ma quelle più utilizzare per la produzione commerciale sono l’arabica originaria dell’Arabia e la robusta, diffusa in Africa ed Asia. Il caffè è molto studiato per le sue qualità

L’alimentazione degli atleti di alto livello, principi

Uno dei fattori principali che un atleta non deve assolutamente tralasciare è la corretta alimentazione. Intervistando due esperti del mondo dello sport come il tecnico Fidal Donato Chiavatti ed il Dott.Giustino Guai, medico sportivo e nutrizionista, vedremo come con pochi accorgimenti potremmo migliorare il nostro

Dai nitrati ai nitriti per nuotare, pedalare e correre più forte

Le verdure hanno un ruolo fondamentale nell’alimentazione di un triatleta. Le mamme l’han sempre saputo. Ma noi non ci abbiamo mai creduto. Gli spinaci, le biete, le coste, la lattuga ma anche la barbabietola, la rapa rossa e il ravanello possono farci nuotare, pedalare e

Approfondimenti: l’idratazione, cosa bisogna sapere

Il mantenimento di una corretta idratazione è obiettivo fondamentale in tutti gli sport. La richiesta di fluidi è variabile tra individui diversi in relazione della spesa metabolica, la composizione e la superficie corporea, condizioni ambientali, l’acclimatamento, abbigliamento e tipologia di attività svolta. Durante l’attività fisica,

L’acqua: il più importante integratore per l’atleta

Come idratarsi correttamente per evitare cali di prestazione… Come è noto l’uomo può vivere più a lungo senza mangiare rispetto a quanto potrebbe fare senza bere. Nonostante la conoscenza di questo concetto l’idratazione viene trascurata dagli atleti specie quando più giovani e/o inesperti. Infatti se

Arriva l’inverno: l’alimentazione per il Sistema Immunitario

Ovvero… come evitare di essere costretti ad interrompere gli allenamenti   Con il freddo sono sicuramente più frequenti anche negli atleti sindromi da raffreddamento e/o parainfluenzali che possono determinare spiacevoli periodi di “stop” forzati. Inoltre queste sindromi possono debilitare l’atleta che farà così più fatica a ritrovare la