Browse By

Grand Prix Triathlon Italia: Giovani e alto livello quale strada……..

Senza titolo

 

Di seguito alcuni spunti  di riflessione sia sullo schema generale di queste gare, sia sui criteri di accesso e le inevitabili conseguenze che questi aspetti possono avere.

Ben inteso in questa analisi si eviteranno tutte le considerazioni più o meno utilitaristiche legate alla classifica generale di società e di conseguenza alla ripartizione dei montepremi ma mi riprometto di tornarci più avanti in un piccolo pezzo specifico.

 

GP Milano . Sprint

Batterie Maschile — PARTENTI

Schermata 2019-12-13 alle 11.44.20
In questa gara maschile, su 89 atleti maschi partenti, un terzo abbondante fanno parte delle categorie junior e youth. La categoria S1 vale un 43% dei partenti. Il restante 21% è compost dale categorie S2 e S3.

Nella finale su 20 qualificati troviamo nr.1 youth e nr.1 junior.

Batterie Femminili — PARTENTI

Schermata 2019-12-13 alle 11.44.43
In questa gara femminile, su 61 atleti partenti, più del 50% abbondante fanno parte delle categorie junior e youth. La categoria S1 vale un terzo dei partenti. Il restante 8,6% è composta dalla categoria S2 e nessuna atleta categoria S3.
Nella finale su 20 atlete qualificate troviamo nr.1 youth e nr.3 junior.

GP Torino

S. Sprint  Batterie + finali

Batterie Maschile — PARTENTI

Schermata 2019-12-13 alle 11.46.13

In questa gara maschile, su 76 atleti maschi partenti, un terzo abbondante fanno parte delle categorie junior e youth. La categoria S1 vale un 39,5% dei partenti. Il restante 19,7% è compost dale categorie S2  e S3.

Nella finale su 30 qualificati troviamo nr.8 youth e nr.0 junior.

Batterie Femminili — PARTENTI

Schermata 2019-12-13 alle 11.46.51

In questa gara femminile, su 54 atlete partenti,  il 50% fanno parte delle categorie junior e youth. La categoria S1 vale un 33,3% dei partenti. Il restante 16,7% è compost dale categorie S2  e nessuna S3 al via.

Nella finale su 20 qualificate troviamo nr.2 youth e nr.4 junior.

GP Bari

Sprint  finale diretta

Gara Maschile — PARTENTI

Schermata 2019-12-13 alle 11.47.21

In questa gara maschile, su 65 atleti maschi partenti, il 41,5%  fanno parte delle categorie junior e youth. La categoria S1 vale un 36,7% dei partenti. Il restante 20% è compost dale categorie S2  e S3. Si segnala anche un atleta della categoria S4.

Nei primi 30 classificati troviamo nr.1 youth e nr.6 junior.

Gara Femminili — PARTENTI

Schermata 2019-12-13 alle 11.47.52

In questa gara femminile, su 50 atlete partenti, un 52% fanno parte delle categorie junior e youth. La categoria S1 vale un 34% dei partenti. Il restante 14% è composta dalla  categorie S2. Nessuna atleta per la categoria S3.
Nella classifica finale nelle prime 30 atlete classificate troviamo nr.4 youth e nr.7 junior.

CONSIDERAZIONI FINALI

A mio modo di vedere la potenziale bontà dell’idea di questo circuito di gare risulta vanificata per molti motivi. Il criterio di accesso al circuito è visibilmente orientate alle categorie giovanili, poi però ciò che succede in gara mortifica questi atleti in maniera molto significative.
La categoria S2 che potrebbe essere portatrice di capacità prestazionale e di conseguenza tenere alta la tensione agonistica in gara è segregate ai margini di questo circuito.
La volontà di non inserire le tappe di questo circuito all’interno del programma di gare storiche del nostro panorama nazionale sminuisce sia il circuito in se, sia gli organizzatori.
La mancanza di una comunicazione forte e spendibile per le società partecipanti da parte della federazione su questo circuito di fatto non invoglia e non attrae fortemente le società a partecipare. Inoltre per le associazioni non risulta facile di conseguenza investire sugli atleti italiani che potrebbero crescere fortemente in questo circuito.
Il montepremi per molti aspetti ritengo potrebbe essere  molto superiore. I criteri di assegnazione potrebbero tenere conto di molti altri aspetti prestazionali legati alle singole discipline.
In buona sostanza forse varrebbe la pena di ripensare gli obbiettivi che questo circuito dovrebbe o potrebbe avere. Ragionare in una ottica di insieme per lo sviluppo il più possible omogeneo e verso l’alto in ambito nazionale dei nostril atleti delle categorie S1 e S2 senza perdere di vista la cateria S3 spesso portatrice di esperienza e acume tattico.
Infine una riflessione sull’accesso a questo circuito delle categorie giovanili ritengo sia doverosa. Mi sembra evidente che questo meccanismo di accesso abbia portato pochi risultati per la crescita generale della qualità del nostro movimento nelle categorie centrali S1 e S2.

Cordialmente

A.B.